Giornata di studio sul Patrimonio Militare

Giornata di Studio sul tema

Patrimonio militare

Conoscenza, protezione, valorizzazione

Orvieto, 26 novembre 2008
Palazzo dei Sette

Ingresso libero

Locandina seminario Patrimonio Militare, Orvieto 2008.

Locandina seminario Patrimonio Militare, Orvieto 2008.

Organizzato da: CICOP Toscana, CICOP Umbria, CICOP Campania, CICOP Molise

Logo CICOP alternativo.

CICOP Federation
International Centers for the
Conservation of Architectural Heritage

INFO: cicop.italia@taed.unifi.it
Tel/Fax: 0763 343227, 055 2491547, 055 2347152

Programma

 

Arrow
Arrow
Slider

 

CICOP Italia organizza una Giornata di Studio sul tema in oggetto, a cui parteciperanno esperti nel settore con l’obbiettivo di contribuire ad una gestione più produttiva del patrimonio pubblico militare, del suo sviluppo e rifunzionalizzazione.

Si tratta di un patrimonio di grande interesse storico ed architettonico, che comprende le proprietà destinate alla difesa e quelle di supporto, eterogeneo ed esteso su tutto il territorio italiano, ad oggi non sufficientemente studiato e conosciuto, per motivi motivi di sicurezza. Sono in corso di abbandono più di 300 proprietà militari a cui si aggiungeranno altre nel corso dei prossimi anni. Fanno parte di questo vasto patrimonio italiano ex conventi convertiti a strutture militari dopo l’unità d’italia (1861) ed altri quartieri interi realizzati tra il 1863 e 1945 seguendo specifici prototipi seriali, sparsi su tutto il territorio italiano, non più capaci di rispondere alle attuali esigenze tecnologiche e alla sincronizzazione del modello di difesa territoriale.

In particolare, per quel che riguarda le caserme militari dismesse, la loro qualità tra cui le caratteristiche seriali che li connotano, li rendono soggetti di grande interesse di studio volto a razionalizzare il processo della conversione delle proprietà e delle aree e di inquadrarli in nuovi contesti funzionali.

Il CICOP Italia riconosce che la particolare ubicazione di questi edifici nel contesto urbano, spesso ai margini dei centri storici come in Orvieto, la grandezza delle aree libere attorno ad essi, la loro dignità formale e la razionalità distributiva interna, ed infine la regolarità e modularità degli spazi architettonici e delle strutture, costituiscono un insieme di valori che meritano di essere conglobati nello sviluppo futuro dei contesti urbani in cui e sono presenti.

Saranno trattati in particorale i seguenti argomenti:

  1. Standardizzazione e serialità costruttiva e distributiva
  2. Processi di riconversione e riuso
  3. Sostenibilità delle nuove funzioni in relazione ai vincoli edilizi ed al contesto urbano ed ambientale
  4. Adeguamento alle vigenti normative tecniche (sismiche, impiantistiche e di controllo energetico)

Le esposizioni dei relatori invitati saranno inserite in una sezione apposita e pubblicate nei relativi atti del  3° Congresso Internazionale H&mH (Hazards and Remedial steps of Modern Cultural Heritage) organizzato da  CICOP Italia, che si terrà in Grecia (nell’Isola di Leros) l’anno prossimo.