1° Congresso Specialistico sui Cimiteri Monumentali

Logo CICOP Italia.

1° Congresso Specialistico Internazionale

Cimiteri Monumentali:

Conoscenza, Conservazione, Restyling ed Innovazione

 

03 – 05 Maggio 2006

Luogo: Teatro San Carlo, Modena, Italia

 

Con il patrocinio di

UNESCO’s World Heritage Centre

International Master on the Rehabilitation of the Architectural Heritage, CICOP Federation

Organizzato dal CICOP Italia
Centro Internazionale per la Conservazione del Patrimonio Architettonico


c
on la collaborazione della Cooperativa di Costruzioni di Modena


Programma Finale (in inglese)

 

Atti del congresso

 

Mostra di progetti di Restauro all’interno del Cimitero Monumentale di San Cataldo di Modena

La mostra fa parte di un “Progetto Culturale” implementato nella fase di progettazione delle opere di restauro post-terremoto del 1997-98, che si propone, attraverso una serie di manifestazioni, pubblicazioni e visitazioni, di coinvolgere attivamente la cittadinanza nelle fasi del processo d’intervento, piuttosto che subirlo passivamente per gli inevitabili disagi che questo comporta.

1° Congresso Cimiteri Monumentali Modena 2006. Mostra di progetti di restauro all'interno del Cimitero Monumentale di San Cataldo di Modena.
1° Congresso Cimiteri Monumentali Modena 2006. Mostra di progetti di restauro all'interno del Cimitero Monumentale di San Cataldo di Modena.
Arrow
Arrow
1° Congresso Cimiteri Monumentali Modena 2006. Mostra di progetti di restauro all'interno del Cimitero Monumentale di San Cataldo di Modena.
Slider

 

I recenti restauri post-sismici del complesso monumentale cimiteriale di San Cataldo di Modena

 

Il seminario si propone, attraverso un insieme di parametri tematici e correlati, di:

  • Contribuire alla redazione di strumenti di supporto decisionale del processo progettuale, di valutare e promuovere l’azione manutentiva e rieducativa verso gli spazi cimiteriali, iniziando con l’elaborazione di processi progettuali coerenti allo specifico tema, informazione sistematica della pluralità di tipologie cimiteriali esistenti in Europa ed in altri continenti;
  • Diffondere la conoscenza delle strutture cimiteriali monumentali esistenti nel mondo;
  • Assicurare un interesse rinnovabile verso l’importanza dei cimiteri monumentali all’interno delle istituzioni nazionali ed internazionali;
  • Promuovere iniziative comuni concernenti la conservazione dei cimiteri monumentali;
  • Conoscere le migliori esperienze d’intervento, espletate su cimiteri esistenti, e progetti innovativi;
  • Coinvolgere la popolazione nella conoscenza dei valori sociali insiti nei cimiteri storico – monumentali;
  • Provvedere a realizzare un forum di lavoro in rete.

 

Si esporrano studi o progetti relativi a “Complessi cimiteriali in spazi aperti e coperti”, “cimiteri di religioni miste (Cristiani, Musulmani, Ebraici, ecc.), “Cimiteri dimessi situati in centri abitati”, “Cimiteri militari”, “Protezione di Antiche Necropoli”, nei temi specifici:

 

TEMA 1. Conoscenza

  • Il Cimitero e le sue correlazioni con l’architettura e la scultura.
  • Gli spazi cimiteriali nelle diverse culture. Tecnologie, stato dell’arte e processo diagnostico.
  • Identità culturale dei moderni cimiteri urbani.
  • Conoscenza dei valori culturali dei cimiteri monumentali e sensibilizzazione/educazione/partecipazione dei cittadini alle attività di protezione e restauro.
  • Promozione diattività turistiche e miglioramento ambientale dei luoghi cimiteriali monumentali.

Relatori:

Prof. Dr. Nuhad Abdallah, Professor of Architecture & Urban Planning, University of Lattakia, Syria, “Moslem Sects and their Cemeteries”

Prof. Arch. Nanij Arias Incolla, Buenos Aires University, Cultural Heritage Directress, Gobierno de la Ciudad Autónomade Buenos Aires. “Puesta en valor de Bòvedas y Esculturas en el Cementerio de la Recoleta en Buenos Aires. Metodologìa y Difusiòn.”

Prof. Arch. Jorge Bozano, Buenos Aires University, Cicop-Argentina, “Cementerios realizadas por dos italianos en Argentina; del Arq.
Juan Buschiazzo, de fines del siglo XIX, y del arq. Francisco Salamone, de fines de la década del treinta (s XX)”

Arch. Fernanda Cantone, Arch. Gabriella Reale, Arch. Monica Miano, Università degli Studi di Catania – Facoltà di Architettura con sede a Siracusa, “La riscoperta del patrimonio ipogeo e la riqualificazione delle strutture sepolcrali. Le catacombe di santa Lucia alla Borgata a Siracusa”

Prof. Arch. Amir Causevic, Arch. M. Hadrirovic, “Old Jewish cemetery in Sarajevo

Arch. Maria Daniil, MSc in Architectural Conservation; Arch. Grigorios Poulimenos, Supervisor of the department of monuments and traditional buildings, Municipalityof Athens, “First Cemetery of Athens – Promotion of the historicity of a sacred space”

Arch. Stefania DeMedici, Arch. Carla Senia, Univ. Degli Studi di Catania, Dip. ARP; Arch. Katia Fabbricatti, Arch. Daniele Intelisano, Univ. Studi di Napoli, Dip. di Config. e Attuazione dell’ Arch., “Criteri per il recupero e la valorizzazione di spazi cimiteriali dimessi: il cimitero di Forza d’Agrò”

Arch. Ernesta Drole,Superior Conservator Institute for the Protection of Cultural Heritage of Slovenia Regional office Nova Gorica, “Miltary cemeteries of 1st World War on the territory of the Soča front”

Prof. Arch. Ernesto Di Natale, Dott. Arch. Fulvio Lanzarone, Facoltà di Architettura di Palermo, “La memoria del vissuto nel cimitero monumentale di S. Maria dei Rotoli a Palermo: la cappella funeraria Pucci – La Manna”

Arch. Regina Economides, Direzione per la salvaguardia della città medievale di Rodi, “Il complesso musulmano di Murad Reis a Rodi (Greece). Ricordi storici e atti di risanamento”

Dr. Maria Angela Gelati, Ricerca e Sviluppo Tanatologia, “La morte come tema culturale”

Dott. Arch. Milva Giacomelli, Università degli studi di Firenze, “Architetture cimiteriali di Silvio Gambini dal Liberty al Déco”

Dr. Eleni Gavra , Dr. Vlasis Vlasidis, Department for Balkan Studies, University of Western Macedonia, Greece, “ Military Cemeteries of the first world war in Macedonia Region, Routes of reading history “searching” for the common cultural heritage”

Prof. Arch. Grazia Gobbi Sica, Arch.Enzo Crestini, Università degli Studi di Firenze, “I cimiteri evangelici a Firenze

Arch. Alessandra Guadalupi, Arch. Maria Concetta Dipace, Arch. Giosafat Gambino, Arch. Alessandro Di Giuseppe, “La città dei morti al Cairo

Dr. Antonella Guidazzoli, CINECA Interuniversity Centre, “Silence talks: ICT and the valorisation of commemorative monuments”

Prof. Julia Bolton Holloway, Professor Emerita Director, English Cemetery, Florence, “The Florence‘s Swiss (‘English’ Cemetery) of Florence: a document of the history of Europe

Prof. Ing. Tullia Iori,Ing. Patrizia Fermetti, Università di Roma Tor Vergata, “Il Monumento ai Martiri delle Fosse Ardeatine: un singolare cimitero”

Dr. Michail Larentzakis- Lascaris, Conservatore/Restauratore, 16a Sopritendenza di Archeologia Preistorica & Classica di Thessaloniki e Chalcidica, “Il caso di una tomba Macedone del 3o secolo A.C.”

Dr. Roberto Martorelli, comune di Bologna, Settore Lavori Pubblici, U.I. Urbanizzazioni e Partnerariato, “Il catalogo del patrimonio storico-artistico della Certosa di Bologna: tutela, conoscenza, valorizzazione”

Arch. Eliana Mauro, Dirigente Storico dell’ Architettura, Assessorato dei Beni Culturali ed Ambientali della Regione Siciliana, “Paesaggio e vocazione neogotica dei cimiteri dell’Ottocento in Italia. Giovan Battista Filippo Basile (Palermo 1825-1891). Revisione della teoria del bello e del sublime verso un’architettura autentica.”

Arch. Daniela Milotti Bertoni, “Luoghi della memoria e identità culturale: il caso del cimitero di San Canziano presso Capodistria”

Arch. Andrea Morpurgo, “Il cimitero israelitico italiano.L’immagine della comunità tra identità religiosa e identità nazionale”

Prof. Arch. Maria Manuel Oliveira,DAAUM – Dep. Architecture, University of Minho, Portugal, “In Vila Real de Santo António, a “monument cemetery” of the 18th Century”

Dr. Borje Ollson, Skogskyrkogarden/The Woodland Cemetery. An urban World Heritage Site and its capacity as a much frequented cemetery”

Prof. Ing. Pasquale Petrella, Dott. Ing. Vincenzo Capone, Univ. Federico II di Napoli, Fac. di Ingegneria, Dip. di Ing. Edile, “L’architettura cimiteriale nella città di Napoli”

Dr. Damjan Prelovsek, Cultural Heritage Directorate, Ministry of Culture of the Republic of Slovenia, Ljubljana, “Le cappelle di Zale nel cimitero di Lubiana”

Arch. Barbara Puggioni, “Il Cimitero Monumentale di Città di Castello (PG); schizzi, disegni e progetti nell’opera di Giuseppe Castellucci”

Prof. Arch. Michela Rossi, Università degli Studi di Parma, “Conoscenza dei documenti / valorizzazione dei monumenti. Il cimitero della Villetta a Parma”

Dr. N. Rustempasic, Dr. S. Miljanovic, “Bosnian Steæak (medieval Bosnian)- Witness of time”

Ing. Cettina Santagati, Dipartimento di architettura ed urbanistica, Facoltà di Ingegneria, Università di Catania, “Percorsi culturali a cielo aperto tra le architetture del XIX e XX secolo nel cimitero di Catania”

Prof. Arch. Alberto Satolli, “La convivenza tra vecchio e nuovo in alcuni cimiteri dell’Italia Centrale”

Prof. Arch. Ettore Sessa, Università di Palermo, “Le variabili dell’impalpabile sentimento celebrativo per l’ultima dimora: architettura e arte funeraria in Sicilia del periodo modernista”

Dr. David Solman, Chairman of the AbneyPark Cemetery Trust, “The Abney Park, ex Victorian Garden cemetery”

Prof. Dr. Oddbjørn Sørmoen, Adviser of Directorate for Cultural Heritage, Magister Atrium in Art History at the University of Oslo, “When future meets traumatic past”

Dr. Katerina Tsatoucha, Archaeologist, Municipality of Athens, Department of Architecture, “The art in the urban cemeteries in Greece from the 19th to 20th century morfological features. First cemetery of Athens.”

Prof. Arch. Corinna Vasic Vatovec, Università degli studi di Firenze, “Leonardo Ricci: i luoghi del dialogo tra i vivi e i morti”

Prof. Arch. Sonja Žitko, “The central cemetery Žale in Ljubljana: the place of individual and collective memory”

Prof. Arch. Paolo Zermani, Università degli studi di Firenze, “Fra cielo e terra: il Cimitero di Sansepolcro e altri progetti”

Arch. Ivo Zemp, Bundesamt fur Kulture Sektion Heimatshutz und Denkmalpfelege, Bern, Switzerland, “Crematoria – The Architectural Witnesses of the Ephemeral: A cultural-historical contribution to a (re-discovered type of buildings in Switzerland

 

TEMA 2. Conservazione

  • Proposte di Conservazione e Restauro
  • Valutazione e Gestione dei Rischi
  • Politiche d’intervento
  • Nuovi Processi Gestionali delle strutture cimiteriali

Relatori:

Arch. Pietro M. Apollonj Ghetti; Arch. Mauro Bertagnin, Univ. degli Studi di Udine, “Protezione e Conservazione dei mausolei dei Santi della città di Timbuctù in Mali”

Prof. Ing. Lorenzo Jurina, Politecnico di Milano, Dip. di Ingegneria Strutturale; Arch. Marcello Sita, Arch. Efrem Bresciani, Arch. Paolo Drago, Arch. Stefano Longhi, “Restauro del famelio del cimitero monumentale”

Prof. Petr Kotlík, Instituteof Chemical Technology, Prague, Department of Chemical Technology of Monuments Conservation, Prof. Petr Justa, conservation scientist, Gema Art Group, “Conservation works on the Old Jewish Cemetery in Prague

Dr. Maria Michalaki- Kollia, Ministry of Culture, Archeologist of Prehistoric and Classical Antiquities in the Dodecanese, “Ancient Nekropolis of Rhodes. Presentation and projects concerning its conservation”

Prof. Arch. Elisabetta Procida, “Progetti di Armando Brasini per il Cimitero del Verano a Roma”

Prof. Arch. Sergio Poretti, Università di Roma Tor Vergata, Presidente Do.Co.Mo.Mo. Italia, “La Tomba Brion di Carlo Scarpa: costruzione e conservazione di un monumento moderno.”

Dott.ssa Cristina Sabbioni, Dott.ssa Alessandra Bonazza, Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima (ISAC), CNR Bologna, “Impatto ambientale sui materiali caratterizzanti i complessi cimiteriali”

Arch. Silvia Segarra Lagunes, “Conservazione e restauro:il caso del cimitero storico del Tepeyac a Città del Messico

 

TEMA 3. Restyling e Innovazione

  • Strutture cimiteriali e sepolture in spazi urbani.
  • Moderni cimiteri metropolitani.
  • Interventi di restauro, di amplificazione, di adeguamento funzionale e normativo.

Relatori:

Arch. Patrizia Buzzi, “Il progetto del Cimitero di Santa Maria del Monte sopra Varese.”

Arch. Ruggero Carletti, Direttore del settore progettazione, Direzione dei lavori e Servizi Cimiteriali,Comune di Cremona, “Ampliamento di un cimitero monumentale: il caso di Cremona”

Arch. Marco Cocchieri, “Gli spazi del silenzio nel territorio della quiete: tre esempi nelle Marche”

Arch. Gianfranco Corzani, Responsabile del Settore Sviluppo ed Assetto del Territorio, Comune di Bagno di Romagna, “Il paesaggio del Silenzio. La città dei morti nella città della montagna Bagno di Romagna 1887-1895”

Ing. Anna Frangipane, Ing. Gabriella Bucco, Facoltà di ingegneria, Università di Udine,” Il cimitero monumentale di Udine dal Neoclassico al Novecento”

Prof. Arch. Andreas Giacumacatos, University of Thessaloniki (AUTH), CICOP Greece, “Il cimitero monumentale di Staglieno a Genova”

Arch. Vasiliki Vanda Kyriakou, University of Thessaloniki (AUTH), “Tumulus burials in the urban context. Interventions and management based on environmental aspects.”

Prof. Ing. Fabrizio Leccisi ,Ing. Vincenzo Tuccillo, Università degli Studi di Napoli Federico II Dipartimento di Ingegneria Edile, “Il Mausoleo di Posillipo da tomba di famiglia a sacrario militare”

Dr. Lees Erik +Associates, ICOMOS Canada, “Redevelopment and Innovaition within Historic Cemeteries in Western Canada

Prof. Arch. Ing. Giuseppe Pellitteri, Arch. Dario Riccobono, Università di Palermo, “Recupero della memoria e innovazione nell’esperienza di un progetto di ampliamento”

Arch. Naomi Louise Wilde, Landscape Architect responsible for Cemetery Planning and Design, “Can Cemeteries as Cultural and Historical institutions meet the demands of modern society?”, “Contempory solutions. Defing the burial traditions of tomorrow”

Arch. Roberto Bergamini, Settore LL.PP. Comune di Modena, “Ampliamento del cimiterio di S. Cesario sul Panaro”

Arch. Tullio Zini, “Quattro cimiteri italiani tra tradizione e ricerca”

 

Sessione Speciale

Il cimitero storico di S. Cataldo (Modena) realizzato da Cesare Costa (1855) e il cimitero di Aldo Rossi (1971). Vicissitudini storiche e tecniche dai progetti iniziali ad oggi.

Relatori:

Prof. Arch. Nina Avramidou, Universita’ di Firenze, Prof. Ing. Andrea Vignoli, Universita’ di Firenze, Prof.ssa Arch. Luigia Binda, Politecnico di Milano, Dott. Lorenzo Cirri, Arch. Benedetta Maio, Arch. Claudio Bragaglia, Ing. Mario Maio, “Cimitero Monumentale di S. Cataldo: Genesi storica, restauri ed esigenze di intervento”

Prof. Arch. Panayiotis Pangalos, University of Patras, “La conservazione del «pensiero architettonico»: i futuri restauri del cimitero S.Cataldo di Aldo Rossi e Gianni Braghieri a Modena”

 

Relazione FINALE

  • Non più di 8 pagine, colonna singola, spaziatura singola, usare doppia spaziatura dopo sottotitoli o nuovi paragrafi. Figure e tabelle devono essere inserite nel testo. Vedi esempio allegato.
  • Le relazioni finali devono essere ricevute entro il 30 Marzo 2006, in formato Word, max 4 Mb. Se di maggiore estensione d 4Mb pregasi siano inviati per posta in forma di CD.
  • Sommario bilingue, inglese e italiano
  • Testo in italiano o in inglese

 

Esposizione delle relazioni

  • E’ prevista la traduzione temporanea inglese-italiano, italiano-inglese.
  • Le esposizioni possono essere svolte in Power Point, con lavagna luminosa, con slides.
  • I relatori sono pregati di contattare il tecnico degli audiovisivi della sala espositiva all’inizio di ciascuna sessione tecnica.

 

Esposizioni di Posters e altro materiale illustrativo.

  • Eventuali posters, con formato entro i limiti dimensionali di cm 100 x 120, saranno esposti su cavalletti.
  • L’allestimento dei posters sara’a cura del relatore e deve essere provveduto dall’espositore stesso sullo spazio organizzato e indicato dal comitato organizzativo dalle 8.00 alle 8.30 del 3 Maggio.
  • Esposizione di materiale pubblicistico (testi, illustrazioni, depliants, altro) sarà anticipatamente concordato con la segreteria organizzativa.

 

Visita Tecnica

È prevista una visita tecnica guidata al complesso cimiteriale di S. Cataldo, parte antica e parte recente. La visita comprende un percorso illustrativo di genesi storica del complesso, un percorso lungo le opere scultoree di maggior importanza storico-artistica, un percorso illustrativo delle opere di restauro dei danni e miglioramento sismico.

L’orario della visita previsto è dalle ore 15.30 alle ore 17.00 del giorno 4 Maggio.

 

Atti congressuali

È programmata la pubblicazione degli atti congressuali. È nescessario che le relazioni arrivino nei tempi e modalità illustrate sopra. Ciascun relatore riceverà una copia degli atti.

Saranno inclusi negli atti congressuali le key note lectures e le relazioni finali dei relatori in regola con la quota d’iscrizione.

 

Comitati

Presidente onorario:

Francesco Bandarin, Direttore di UNESCO’s World Heritage Centre

Presidenti del congresso:

Prof. Arch. Nina Avramidou, Università di Firenze, Presidente CICOP Italia

Prof. Ezio Godoli, Università di Firenze, CICOP Italia

 

Comitato scientifico

Dr. Damjana Pecnik and dr Mojca Kovac, Association of Conservators of Cultural Heritage of Slovenia, CICOP-Slovenia

Prof. dr. Sonja Zitko, University of Ljubljana, (Slovenia)

Arch. Elisabetta Frascaroli, OSA, Associazione Europea di Storici dell’Architettura, (IT)

Prof. Arch. Miguel Angel Matràn, Prof. Arch. Enrique Carbahal, Prof. Dr. Eduardo M. Sebastian Pardo and Prof. Margaret Hart, CICOP Spain

Prof. Eng. Agostino Catalano, CICOP Campania, Università del Molise, (IT).

Prof. Eng. Nuhad Abdallah, CICOP- Syria, Tishreen University, Lattakia, Syria

Prof. Arch. Andreas Giacumakatos, CICOP-Greece, Aristoteleion Universityof Thessaloniki, Greece

Prof. Arch. J. Ortiz Lajous, CICOP-Mexico

Prof. Arch. Alberto Satolli and Arch. Benedetta Maio, CICOP Italia

Prof. Arch. Jorge Bozano, CICOP-Argentina, Universityof Buenos Aires

Prof. Eng. Franco Mola, Poliecnico di Milano, (Italy)

Assoc. Prof. Milos Drdacky, Academy of Sciences of Czech Republic

 

Comitato tecnico ed organizzativo

Arch. Benedetta Maio (Firenze), Arch. Claudio Bragaglia (Modena), Arch. Annalisa Mariani (Firenze), Arch. Eugenia Valacchi (Firenze), Dr. Valerio Borgonuovo (Modena), Arch. Giorgio Serafini (Modena), Arch. George Sideris (Grecia), Arch. Eng. Vasiliki-VantaKyriakou (Grecia)

 


Lista degli hotels

(I prezzi s’intendono a notte, a camera, comprensivi di colazione a buffet)

Hotel Principe c.so V. Emanuele, 94 – 41100 Modena Tel +39 059218670 Fax +39 059237693
Camera Singola € 60,00
Camera Doppia € 90,00

Hotel Estense Tel. 059.219057 Web: www.hotelestense.com
Camera singola € 72,00
Camera doppia € 107,00
Camera doppia ad uso singolo € 92,00

Hotel Donatello Via P. Giardini 402 – 41100 Modena Tel: 39 059 344550 – Fax: 39 059 342803 Web: www.hoteldonatello-mo.it/
Camera Singola € 60,00
Camera Doppia € 90,00

Hotel Daunia Tel. 059.371182 Web: www.hoteldaunia.it
Camera Singola € 65,00
Camera Doppia € 95,00

 

Informazioni aggiuntive

Le informazioni riguardo gli hotels, le mostre espositive, gli eventi sociali, le visite tecniche nei cimiteri di Modena e Bologna, sono pubblicate sul sito web:

http ://soalinux.comune.firenze.it/cicop

Per contatti con il comitato organizzativo del congresso, rivolgersi a:
CICOP-Italy
c/o Università di Firenze Dipt. di Tecnologia dell’ Architettura
Via S. Niccolò 89° – 50125 Firenze, Italia
Email: MO06@taed.unifi.it
Fax: +39.055.2491527/2347152
Tel: +39.055.2491547
R.M. 347.6714074/+30-6947668.163

Quote di iscrizione (in Euro)

Entro 15 gennaio 2006

Entro 31 Marzo 2006

Dal 1 Aprile 2006

membro

CICOP

non membro

CICOP

membro

CICOP

non membro

CICOP

membro

CICOP

non membro

CICOP

175

200

200

225

225

250

Modalità di pagamento

1. Cheque di banche italiane, mentre non saranno accettati cheques personali.

2. Bonifico bancario (in Euro) da intestare a:

CICOP Italia, Conto corrente N° 1633, Cassa di Risparmio di Firenze, Agenzia 30, viale Petrarca 120r – 50124 FIRENZE, Italia, CAB: 02839, ABI: 06160, SWIFT: CRFI IT 3F , IBAN: IT65X 06160 028390 0000 1633C00

Modalità di cancellazione

(Accettabile solo in forma scritta inviata alla segreteria del Congresso MO06.)
Una settimana prima dell’inizio del congresso: rimborso totale meno 15% per spese amministrative e di spedizione; oltre tale termine la quota di partecipazione non è rimborsabile, ma sarà inviato il materiale congressuale ed è possibile la sostituzione del partecipante con un altro senza ulteriori spese (si prega di inviare il nominativo della persona sostitutiva).

Logo CICOP Italia.