Chi siamo

Chi siamo

Il Centro Internazionale per la Conservazione del Patrimonio Architettonico – Italia ONLUS, in breve CICOP Italia, è un’associazione privata non governativa senza fini di lucro avente come obiettivo primario la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio architettonico nell’ambito di una cooperazione internazionale con enti e istituzioni che perseguono obiettivi analoghi.

Il CICOP Italia è affiliato alla Confederazione CICOP NET (Network of International Centers for the Conservation of Architectural Heritage).

Duomo di Orvieto, particolare del timpano.

Duomo di Orvieto, particolare del timpano.

Il CICOP Italia partecipa attivamente a progetti internazionali di cooperazione, organizzando in Europa e in America fin dal 1992 congressi internazionali sul recupero del patrimonio architettonico, sviluppando programmi di cooperazione internazionale per interventi di restauro in centri storici, e organizzando corsi di aggiornamento e masters internazionali su tematiche specialistiche riguardanti il restauro e la riqualificazione globale del patrimonio edilizio. Le attività culturali del CICOP Italia si sviluppano attorno a tre aree fondamentali:

  • formazione, con numerose attività internazionali nei diversi campi del restauro e riabilitazione del patrimonio costruito;
  • ricerca e sviluppo in ambiti specialistici riguardanti tutte le fasi del processo progettuale e costruttivo del restauro e della manutenzione, le tecnologie storiche, le tecnologie avanzate, i materiali; a queste attività partecipano esperti da tutto il mondo;
  • divulgazione e cooperazione internazionale, promuovendo diverse campagne di compartecipazione sociale per il recupero del patrimonio culturale dei centri storici.

Più recentemente CICOP Italia ha iniziato a svolgere attività editoriale, pubblicando volumi e atti congressuali sotto la sigla Edizioni CICOP Italia.

Obiettivi

CICOP Italia, attraverso varie attività culturali, persegue il consolidamento della cooperazione internazionale per una corretta implementazione degli interventi di riqualificazione del patrimonio architettonico. Gli obiettivi principali, contenuti nell’art. 2 dello Statuto possono così essere riassunti:

  • promuovere il confronto tra diverse aree disciplinari ugualmente sensibili ai temi del restauro e dell’uso corretto delle risorse locali;
  • contribuire alla definizione di possibili strategie di intervento, attraverso la specificazione di linee guida metodologiche e criteri di condotta nei diversi contesti sociali e ambientali;
  • contribuire alla comprensione dei processi che stanno alla base delle trasformazioni ambientali;
  • incoraggiare l’innovazione tecnologica rivolta alla tutela dell’ambiente costruito;
  • favorire l’integrazione dell’attività di ricerca e sperimentazione tra i vari paesi;
  • aiutare a superare la concezione statica del patrimonio culturale, contribuendo a sviluppare una relazione dinamica e consapevole con il territorio e le comunità locali.

Attività

Coordinare, promuovere e stimolare lo scambio di informazioni sul patrimonio culturale.

Raccogliere, studiare e produrre documentazione e contributi riguardanti gli aspetti tecnici, scientifici e giuridici della tutela, conservazione, restauro e gestione del patrimonio culturale nazionale e internazionale, sia materiale che immateriale.

Organizzare corsi di specializzazione, visite di studio, seminari, convegni, mostre, tavole rotonde e analoghe iniziative in collaborazione con istituzioni universitarie, centri di ricerca, musei e istituzioni governative e non governative, nazionali e internazionali.

Promuovere progetti finalizzati al recupero di tecniche artigianali specializzate rilevanti per il patrimonio culturale. Stimolare lo scambio tra studiosi, professionisti e specialisti del settore su tecnologie, materiali, metodi e tecniche di protezione, conservazione e restauro del patrimonio costruito.

Studiare meccanismi di protezione del patrimonio culturale nei confronti delle catastrofi naturali o delle azioni distruttive antropiche.

Collaborazioni

Tra le istituzioni e gli enti con i quali il CICOP Italia ha attivato collaborazioni e da cui ha ottenuto finanziamenti sui temi della Riqualificazione e Conservazione del Patrimonio Costruito, ci sono:

  • il Consiglio Nazionale delle Ricerche (Italia);
  • la National Science Foundation (USA);
  • Università, Accademie, od Istituti di Ricerca di almeno 15 paesi europei e non, tra cui anche Repubblica Ceca, Romania, Serbia, Grecia, Spagna e Portogallo.

Rete internazionale

CICOP Italia è stato fondatore nel 1994 della Federazione CICOP e suo membro fino al 2011, anno in cui si è distaccato per poter perseguire con più forza la propria apertura in ambito internazionale rivolta a tutte le aree geografiche, fondando successivamente nel 2012, insieme ad altri Centri Internazionali, la Confederazione CICOP NET.